Logo

Arcani Maggiori

IL BAGATTO

Iconografia e interpretazioni del Bagatto, secondo lo studio dei tarocchi dell’esoterista svizzero Oswald Wirth

Il Bagatto

Il primo arcano dei tarocchi: il Bagatto

Il Bagatto è il mago, l’illusionista (anche se è stato raffigurato anche come un artigiano intento a svolgere la sua arte). Ma perché questa figura è stata posta in testa ai tarocchi, contraddistinto dal numero Uno, numero della Causa Prima? La scelta è essenzialmente filosofica: l’universo visibile è solamente un’illusione, pertanto il suo Creatore non è che l’Illusionista per eccellenza. Il turbine universale delle cose ci impedisce di percepire la realtà; noi siamo i balocchi di apparenze prodotte dal gioco di forze a noi sconosciute.


L’inconografia del Bagatto

Il principio dell’autocreazione è rappresentato da un giovanotto agile e incapace di star fermo (gioca con la bacchetta, e tiene banco con il suo viso mobile e i suoi mille trucchi). Il cappello è un otto orizzontale, segno dell’infinito. Capelli biondi e ricciuti inquadrano il viso sorridente ma poco aperto del Bagatto, personaggio per nulla disposto a confidare il proprio pensiero. La direzione dello sguardo o la postura delle mani servono a sviare l'attenzione dello spettatore. Il Bagatto appare dietro a un tavolo rettangolare, di cui si vedono solo tre gambe: le tre colonne del mondo oggettivo. Su questa piattaforma sono posti tre oggetti che servono ai suoi “trucchi”: una coppa d’argento, una spada d’acciaio e un siclo d’oro (antica unità di peso, detta “denaro”). Il suo vestito è multicolore, ma predomina il rosso, segno di attività, Il giustacuore è chiuso da cinque bottoni, allusione alla quintessenza di cui il corpo è il rivestimento.

 

Il significato divinatorio del Bagatto, in bene e in male

In bene: destrezza, finezza diplomatica, eloquenza, intelligenza pronta, uomo d’affari irrequieto. Quando è in aspetto positivo suggerisce al consultante che ha le capacità di ottenere ciò che desidera. Può rappresentare anche la presenza vicina di una persona abile o il momento propizio per iniziare ad operare verso il proprio obiettivo. È in genere carta sempre favorevole e positiva, che indica fecondità in ogni senso.
In male: abile persuasore, suggestionatore, intrigante, arrivista, ciarlatano, mentitore, assenza di scrupoli, agitazione vana. Quando è in aspetto negativo il Bagatto può indicare inganno, seduzione, eccesso di fiducia. È l'uomo che non è riuscito a dominare la natura.

 

Il Bagatto secondo la concezione massonica

Il Bagatto è l’Iniziabile, un postulante riconosciuto iniziabile a causa delle sue atittudini e buone disposizioni.

 

Il Bagatto alla luce della filosofia ermetica

Il Bagatto è l’Alchimista deciso a intraprendere la Grande Opera.

 

Il Bagatto secondo la Cabala

Secondo la Cabala, i Numeri (in ebraico Sephiroth), rivelano i misteri dela creazione, poiché spiegano come la molteplicità derivi dall’unità.
Il Bagatto è, per la numerologia, il Kether (= corona, diadema) che, come il Bagatto, simboleggia la fonte di ogni attività e di ogni pensiero.

 

Il Bagatto in astrologia

Oswald Wirth associa il Bagatto al segno del Toro che potrebbe essere stato, in origine, il primo dello zodiaco. Aleph, il nome della prima lettera dell’alfabeto semitico significa “bue”. Allo stesso modo il Bagatto può essere associato alla costellazione d’Orione, che forma nel cielo la figura dell’Aleph squadrata.


Saggio di Andrea Vitali sul Bagatto

L'anonimo monaco autore del Sermones de Ludo chiama questo Trionfo con il termine El Bagatella definendolo "est omnium inferior" (è l'inferiore di tutti), a significare la sua minima valenza nell'uso ludico, valutazione che coincideva con il personaggio rappresentato, un "bagattegliere", considerato di infimo stato, una persona vile. Bagatella è una parola italiana antica, ancora utilizzata ai nostri giorni, che significa "cosa di poco conto". Possiede inoltre altri due significati: gioco di prestigio – di bussolotti ed inganno – e frode.
>>> continua a leggere “Il Bagatto”

 

Immagine | Il Bagatto del mazzo Fournier