Logo

Arcani Maggiori

LA PAPESSA

Iconografia e interpretazioni della Papessa, secondo lo studio dei tarocchi dell’esoterista svizzero Oswald Wirth

La Papessa

Il secondo arcano dei tarocchi: la Papessa

La Papessa è la sacerdotessa dei Misteri. È una carta estremamente positiva, in quanto rappresenta la porta da superare per arrivare alla scoperta dei grandi arcani della natura e della vita stessa. La Papessa suggerisce pazienza e invita a riflettere sulle cose, a procedere poco per volta, senza lasciare nulla al caso: è infatti associata all’intuito, ma anche alla deduzione e all’analisi del profondo, alla conoscenza di sé e degli altri.

 

Il significato divinatorio della Papessa, in bene e in male

In bene: riservatezza, meditazione, fede, pazienza, religiosità, cose nascoste favorevoli, inerzia necessaria.
In male: intenzioni recondite, dissimulazione, ipocrisia, aiuto atteso invano, inazione, pigrizia, bigotteria, rancori, ostilità o indifferenza, assorbimento mistico.

 

L’iconografia della Papessa

Nella carta dei tarocchi occultistici di Oswald Wirth, la Papessa tiene nella mano destra il libro su cui appare il simbolo cinese Tai-chi del Supremo Tao formato dagli opposti Jin e Jang, e la chiave nella mano sinistra. Il piede destro è poggiato su un cuscino che rappresenta il bagaglio infinitesimale delle nozioni positive che possiamo acquisire nel campo del misterioso. Il vestito è azzurro cupo ma sul suo petto s'incrocia ubliquamente una stola bianca, formando una croce, ognuno dei cui tratti è segnato da una piccola croce secondaria. Questo complesso evoca le interferenze rivelatrici che rendono manifesto l'occulto, grazie alla luce che scaturisce dal conflitto tra due incognite.

 

La Papessa secondo la concezione massonica

La Papessa è la madre degli Iniziati, a cui affida la chiave dei Misteri.

 

La Papessa secondo la Cabala

Secondo la Cabala, i Numeri (in ebraico Sephiroth), rivelano i misteri dela creazione, poiché spiegano come la molteplicità derivi dall’unità. La Papessa corrisponde al secondo Sephiroth, detto C'hocmah, che significa "saggezza" e corrisponde allo spirito creatore.

 

Saggio di Andrea Vitali sulla Papessa

I precedenti iconografici di questa carta vanno ricercati tra le personificazioni delle più alte virtù morali e religiose...
>>> continua a leggere “La Papessa”

 

Immagine | La Papessa del mazzo Wirth