Logo

Astrologia karmica

LA LUNA, LA MEMORIA, IL KARMA

In anteprima un estratto di un articolo di Astrologia Karmika di Meskalila Nunzia Coppola tratto dal recente Convegno Internazionale di Astrologia di Perugia.

La luna, la memoria, il karma

Il mondo contiene, in scala ridotta, l’intero Universo.
Il corpo umano esprime tutto ciò che esiste nella struttura terrestre e in quella cosmica, secondo la natura karmica individuale espressa nel DNA.
Il corredo genetico e le possibili potenzialità dell’anima rinata al mondo fisico e rappresentata dal suo tema natale ci racconta in che modo ogni persona si raccorda all’universo, attraverso la sua storia personale.

La cronaca planetaria individuale cela gli archetipi, i segni e i simboli, che raccordandosi con il tessuto astronomico e con antiche memorie, incontrano elementi della storia collettiva. I condizionamenti derivanti dalla collettività sono molto importanti, perciò, a differenza dell’Astrologia vedica, il sistema astrologico Astravidya da me elaborato, analizza anche i pianeti extra-saturnini o transpersonali, integrando le conoscenze orientali e occidentali.

L’Astrologia karmica, secondo il sistema Astravidya, stimola l’individuo a viaggiare, interiormente, per ritrovare la connessione cosmica e il sé multisensoriale. Il computo per redigere il tema è elaborato in Ayanamsa, cioè, calcolando la precessione degli equinozi, con Domificazione a Segno intero.

Le posizioni planetarie e le relative interconnessioni svelano i simboli che connettono l’individuo con il proprio progetto karmico. Molto importanti sono i Nodi lunari, la Luna nera e l’asse Vertex/Antivertex. Per quanto riguarda la consulenza, parte integrante della cronaca astrologica sono i sogni della persona e il modo in cui reagisce agli accadimenti del momento, indicati nell’interazione tra Tema Natale e Carte dinamiche.

La Luna è l’espressione massima dell’astrologia karmica e alla sua funzione è dedicata questa relazione. Non dimentichiamo che con il suo aspetto mutevole, la bella sfera d’argento scandisce il tempo, permettendo di contare i giorni, le settimane, i mesi, sin dalla più remota antichità. Come il cangiante astro con le sue fasi, anche noi percorriamo la ruota del samsara, nascendo, morendo e rinascendo ancora, secondo la legge del Karma, fino alla liberazione.

La Luna karmica ha una corrispondenza fisiologica nel sistema limbico, in particolare nell’amigdala e nell’ippocampo, i ricettacoli della memoria. L'amigdala è la parte più antica del cervello, è la memoria emotiva preposta a registrare ciò che è stato causa di dolore, affinché ricordando, si possano sviluppare reazioni salutari e trovare strumenti di protezione.

L’argentea Luna, proprio come la mandorla della memoria, rappresenta la parte dell’organo mentale preposta al servizio di archiviazione emozionale che in un gioco di similitudine, associa l’esperienza corrente con gli accadimenti del passato: storie, melanconie, ricordi reali, mistificazioni e intuizioni. 

La memoria karmica è a sua volta, ricettacolo di emozioni e vissuti antichi che permeano il presente con un preciso ritmo e un’armoniosa cadenza. Nel tema natale karmico, l’insieme planetario della Luna indica il sistema di comparazione emotiva tra stimoli correnti ed esperienze passate. La funzione della Luna, della memoria e dell’amigdala illumina il sentiero che porta alla gioia, indicando come trasformare le conseguenze del passato e come dissolvere la reiterazione di esperienze dolorosamente nocive.

A breve l'articolo apparirà per intero qui.


Ti potrebbe interessare anche: