Logo

Paganesimo

IL CALENDARIO DELLE FESTIVITÀ PAGANE

Gli otto sabba principali della Ruota dell'Anno: date e significati delle feste onorate dai pagani di ieri e di oggi

Il calendario delle festività pagane

Il neopaganesimo riconosce otto festività pagane principali, o sabba, otto giorni speciali all'interno della Ruota dell'Anno, ognuno dei quali simboleggia e celebra un evento stagionale.

Le festività cristiane su cui si basano i nostri odierni calendari sono state sovrapposte a queste più antiche celebrazioni pagane, per farne cadere i festeggiamenti in favore della religione cattolica. Ma reminiscenze pagane e i relativi rituali in parte ancora sopravvivono e in molte feste contadine si possono ritrovare elementi di queste celebrazioni.

Il sabba è vita, gioia, luce e anche ombra. Si celebrano le stagioni, i passaggi, gli Dei, la natura... si può ballare, cantare, banchettare, ma anche pregare e meditare. Si può festeggiare in gruppo, o da soli. Non ci sono regole o pratiche valide per tutti, solo l'evento che il sabba celebra.


In ordine cronologico (pagano):

 

Samhain – Calenda – Samonios – Halloween

31 ottobre
Samhain è il capodanno pagano. Fine dell'estate e inizio dell'inverno, il passaggio forse più importante; è anche la terza e ultima festa del Raccolto.

 

Yule – Solstizio d'inverno – Saturnali – Saturnalia – Festa delle Luci

21-24 dicembre
Yule è uno dei sabba minori, il passaggio celeste in cui la notte è piu' lunga del giorno, e segna l'inizio dell'inverno astronomico.

 

Imbolc – Candelora – Oimelc – Candlemas

2 febbraio
Imbolc è il ritorno della luce dopo i mesi di buio, l'inizio del risveglio della natura (e della Dea) dopo il sonno dell'inverno.

 

Equinozio di primavera – Primiera – Ostara

21 marzo
È uno dei sabba minori. Qui, Il giorno e la notte hanno la stessa durata, e si entra nella stagione della vita. È favorevole ai rituali e alle operazioni attive. Celebra il ritorno della fertilità della terra.


Beltane – Calendimaggio – Notte di Walpurga – May Eve

30 aprile / 1 maggio
Beltane è una festività di grande importanza, una festa di prosperità; qui la Dea incontra il Dio, fecondando così la terra, i cui frutti si raccoglieranno nell'estate.

 

Solstizio d'estate – Le Erbe – Litha – Mezza Estate

21-24 giugno
Questa festività rappresenta il giorno di massima potenza del Sole, quando la luce prevale sulle ombre della notte (inizio dell’estate astronomica). Qui il Dio è nel suo pieno vigore, e viene celebrato con l’accensione di fuochi.

 

Festa del Raccolto – Lughnasad – Lammas

1 agosto
Questa festa è dedicata al primo raccolto dell'anno. Si celebra un momento particolare nel ciclo della ruota dell'anno: il Dio progressivamente si fa scuro, perde la sua potenza di luce e calore con l'autunno che avanza, mentre la Dea dispensa i suoi primi frutti che assicureranno la continuità sino al nuovo ciclo.

 

Equinozio d'autunno – Secunda – Mabon

21-23 settembre
È uno dei sabba minori, l'ultimo prima della fine del ciclo. Si iniziano a tirare le somme, di ciò che si è seminato e di ciò che si è e si sta raccogliendo.